51 Fumetti raccontano, attraverso l’arte del fumetto, la contemporaneità dei musei italiani, luoghi vivi dove accadono storie incredibili e dove l’immaginazione viene spinta verso nuovi fili narrativi tra suggestioni del passato e scenari fantascientifici.
Fumetti Nei Musei che ha vinto il premio Gran Guinigi come migliore iniziativa editoriale dell’anno al festival Lucca Comics & Games 2018 è in mostra gratuitamente a Roma fino al 16 febbraio 2020 all’Istituto Centrale per la Grafica.

Nei musei non tutto è come sembra e, a volte, basta cogliere un dettaglio inconsueto per trovarsi catapultati in un tempo indefinito dentro storie strabilianti, tra personaggi realmente esistiti, mostri, creature fantastiche, fantasmi e supereroi.

Fumetti

I Fumetti

01 | Galleria Borghese

Roma

02 | Galleria dell'Accademia

Firenze

03 | Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea

Roma

04 | Galleria Nazionale dell'Umbria

Perugia

05 | Galleria Nazionale delle Marche

Urbino

06 | Gallerie degli Uffizi

Firenze

07 | Gallerie dell'Accademia

Venezia

08 | Gallerie Nazionali d'Arte Antica

Roma

09 | Musei Reali

Torino

10 | Museo e Real Bosco di Capodimonte

Napoli

11 | Museo Nazionale del Bargello

Firenze

12 | Palazzo Reale

Genova

13 | Parco Archeologico

Paestum

14 | Pinacoteca di Brera

Milano

15 | Reggia

Caserta

16 | Gallerie Estensi

Modena e Ferrara

17 | Museo Archeologico Nazionale

Napoli

18 | Museo Archeologico Nazionale

Reggio Calabria

19 | Museo Archeologico Nazionale

Taranto

20 | Palazzo Ducale

Mantova

21 | Parco Archeologico

Pompei

22 | Parco Archeologico del Colosseo

Roma

23 | Parco Archeologico dell'Appia Antica

Roma

24 | Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia

Roma

25 | Museo Nazionale Romano

Roma

26 | Villa Adriana e Villa d'Este

Roma

27 | Parco Archeologico di Ostia Antica

Ostia

28 | Complesso Monumentale della Pilotta

Parma

29 | Parco Archeologico di Ercolano

Ercolano

30 | Museo delle Civiltà

Roma

31 | Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare

Trieste

32 | Museo Archeologico dei Campi Flegrei

Baia

33 | Mausoleo di Teodorico

Ravenna

34 | Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo

Roma

35 | Museo Preistorico dei Balzi Rossi

Ventimiglia

36 | Palazzo Ducale

Gubbio

37 | Museo d'Arte Orientale

Venezia

38 | Museo Archeologico Nazionale

Nuoro

39 | Museo Archeologico Nazionale

Aquileia

40 | Museo Nazionale Etrusco

Chiusi

41 | Villa della Regina

Chiusi

42 | Museo Archeologico Matauros

Gioia Tauro

43 | Castello Scaligero di Sirmione

Sirmione

44 | MuNDA - Museo Nazionale d'Abruzzo

L’Aquila

45 | Antiquarium e zona archeologica

Canne della Battaglia

46 | Certosa e Museo di San Martino

Napoli

47 | Museo Archeologico Nazionale

Matera

48 | Museo Sannitico

Campobasso

49 | Rocca Demaniale di Gradara

Gradara

50 | Ist. Sup. per la Conservazione ed il Restauro

Roma

51 | Istituto Centrale per la Grafica

Roma

Martoz - Il pomo rubato

Uno scoppiettante inseguimento tra le sculture e gli affreschi della Galleria Borghese. Per non farsi acciuffare, la protagonista de Il pomo rubato dovrà correre a perdifiato senza farsi intimorire dal triplice ringhio di Cerbero, né lasciarsi incantare dai cortei magici che le sfilano accanto. Fino a che non troverà una succulenta mela da addentare e un approdo sicuro sulla spalla di Napoleone Bonaparte, alla ricerca di sua sorella Paolina. Sarà anche per voi amore a prima vista?

Tuono Pettinato - Neri & Scheggia in Galleria

Oggi c’è il compito di arte, e quello scansafatiche di Neri della terza B ha pensato bene di saltare la scuola. Ma, vedi il caso, andando a spasso per Firenze finisce per ritrovarsi in un museo. Mica male, però, questa Galleria dell’Accademia! È piena di tipi strambi e divertenti: lo Scheggia che gli fa da guida, Michelangelo e Giambologna che passano tutto il tempo a litigare, il David che fa la popstar e ha tante cose da raccontare… E alla fine, sorpresa, un’intera sezione di strumenti musicali: ragazzi, è ora di mettere su una band!

LRNZ - Time is Out of Joint

In un mondo post apocalittico tre ragazzini lottano quotidianamente per la sopravvivenza. Non esistono più diritti umani. Il denaro non ha alcun valore, non esiste altro che la guerra e ogni distrazione può essere fatale. Durante la loro fuga forsennata i ragazzi si imbattono per caso in un luogo magico, dove il tempo e la morsa della paura sembrano andare completamente in frantumi al cospetto del loro primo incontro con l’arte.

Andrea Settimo - Tutti santi

Il Perugino, Beato Angelico, i grandi maestri. Che fossero dei santi, degli esseri toccati da una grazia superiore? Come avrebbero potuto, altrimenti, creare tanta bellezza e armonia? Può venire spontaneo pensarlo, davanti ai loro capolavori. Eppure erano umani, fragili, come tutti noi: capaci di amore, ma anche di rancore, rabbia, vendetta… Ce lo racconta una storia che inizia nel ’400 e finisce oggi, durante una gita scolastica, con Mirko, un ragazzo deriso dai bulli che non ne può proprio più.

Maicol & Mirco - Hanchi e il ladro sensibile

Pinchi, con questo caldo, voleva andarsene in spiaggia. Hanchi invece l’ha convinta a cambiare idea: in un museo non ci si scotta e le cose da vedere sono mille. Guarda la luce che squarcia il cielo in quel dipinto, e il buio buissimo sullo sfondo… Ma forse le onde del mare sono arrivate fino a lì, il pavimento è una grande pozzanghera e presto sarà allagato. Il custode dice “Mettetevi in salvo”, ma… di chi sono quegli snif nello sgabuzzino? Del resto, lo sanno anche i bambini: non bisogna mai piangere sull’arte versata.

Alessandro Tota - Margherisba e il drago

Anche il Rinascimento può apparire retrogrado, se nessun pittore vuole prenderti a bottega solo perché… sei una bambina. Ma Margherita, anzi Margherisba come si fa chiamare in onore di Sofonisba Anguissola, non si perde d’animo. La grande opportunità le si presenta quando alla porta di casa bussa un impavido cacciatore di draghi, bramoso di farsi immortalare. Sarà l’occasione giusta perché una sua tela finisca sulle pareti degli Uffizi? Una favola a fumetti che ci dimostra come “bambine et pittura” siano da sempre una “buona mistura”.

Alice Socal - Shhh

Con Paco, Bea e Verner, il verme guida, non ci si annoia. Tra piroette sgraziate e colpi di karate, intrufolandosi tra i soffici tessuti di una pala bizantina, o ritornando indietro nel tempo per un giro in gondola, impareremo un segreto: nessuna opera d’arte si sente sola, se è circondata dalle attenzioni e dall’affetto dei visitatori. E poi, Shhh, ricordate per cortesia di non fare troppo rumore… Ci si diverte come al luna park, qui, ma siamo in un museo.

Paolo Parisi - Stelle

Una notte al museo. Due visitatori impertinenti si sono nascosti oltre l’orario di chiusura, forse per il brivido di rimanere soli al cospetto dell’immensa bellezza. I capolavori affiorano alla luce delle torce, mentre alle loro spalle echeggiano scricchiolii sinistri. Come un lampo, risplende in tutta la sua sensualità la Fornarina di Raffaello, la musa prediletta. Poi di nuovo il buio più fondo, privo di appigli, fino a che sulle loro teste, inaspettata e magnifica, si spalanca la volta celeste.

Lorena Canottiere - Io più fanciullo

Da piccolo era gracile, malaticcio, sempre deriso dai bulli. Eppure Eugenio di Savoia-Soissons non smise mai di crederci: a dispetto di tutti, sarebbe diventato un grande guerriero. Un principe condottiero di eserciti e anche un filosofo, amante dei libri e uomo di vasta cultura. Oggi la sua statua equestre parla a Giovanni, un ragazzo un po’ introverso che si trova in gita con la scuola ai Musei Reali. E, a quanto pare, Eugenio e Giovanni hanno parecchie cose da dirsi…

Lorenzo Ghetti - Non dimenticarti di me

Tavio, la guida. Ale, la custode. Mary, la viaggiatrice. Devono intrufolarsi nel Museo di Capodimonte, senza dare nell’occhio e, una volta dentro, portare a termine la propria missione. Ma il varco è rimasto aperto troppo a lungo e il viaggio nella dimensione parallela si rivela pieno di insidie. Oloferne ha perso la testa e non sembra amichevole, ed Ercole è indeciso sul da farsi, come di fronte a un bivio. Saranno infine eroiche, le loro imprese?

Otto Gabos - Anime inquiete

Che strani incontri si possono fare, in gita con la classe a Firenze. E dire che Morena si stava annoiando, nelle sale del Bargello, e aveva pure un gran raffreddore. Poi un’apparizione: quel bel ragazzo col cappotto strano, spuntato da chissà dove, che le dice “Chiamami, io ci sarò” e subito sparisce. In un attimo è cambiato tutto: Morena vede il mondo con altri occhi, le statue le parlano, le cose belle la appassionano. Si è innamorata e non riesce a togliersi Greg dalla testa. Chi è? Lo avrà sognato? Dovrà tornare al museo per svelare il mistero.

Fabio Ramiro Rossin - Feuilleton

Oddone di Savoia fu un giovane principe sfortunato: sognava di viaggiare, ma era malato di rachitismo e fu costretto a subire cure lunghe e dolorose. Palazzo Reale divenne la sua dimora, la sua prigione barocca affacciata sul mare, lontano dal gelo della corte sabauda. Ma Oddone viaggiò comunque, con la mente, grazie al suo coraggio e alla sua voglia di conoscere la bellezza del mondo. E ancora oggi, da Palazzo Reale, i suoi occhi sembrano guardarci con stupita curiosità.

DR. PIRA - Ippocrate e Jones

Aiuto, si è spento Internet! Come fare adesso per ammirare le magnifiche sculture della Magna Grecia? Un viaggio nel tempo, ecco quello che ci vuole: così finalmente Ippocrate e Jones fanno la conoscenza degli abitanti di Poseidonia. Sono proprio gente strana, questi antichi Greci: i filosofi filosofeggiano, gli artigiani non hanno voglia di lavorare, tutti guardano estasiati la bellissima Tomba del Tuffatore... ma nessuno sa che cos’è un tuffo! Riusciranno i nostri eroi a cavarsela?

Paolo Bacilieri - Era Brera

Una famiglia, varie generazioni che attraversano un secolo, tante storie diverse di mariti e mogli, figli e amanti, nonne e nipoti… Tutti i Brambilla, però, hanno una cosa in comune: prima o poi sono passati per le sale della Pinacoteca di Brera. E ne sono capitate di tutti i colori. Sono volati schiaffi, amori sono nati e cuori si sono spezzati, e poi quella volta che la prozia Cesira la combinò davvero grossa… Proprio qui, tra i capolavori del Mantegna, di Bellini, di Caravaggio. Perché stupirsi? Così siamo noi, così è l’arte, così è la vita.

Maicol & Mirco - GUL: il cuore delle cose

Invece di restare con gli altri bambini GUL, ha deciso di ravvivare la sua gita mettendosi a gironzolare qua e là per i fatti suoi. Su quello scaffale c’è un libro in bilico, la tentazione di rimetterlo a posto è troppo forte e… clank, una botola si spalanca sotto ai suoi piedi. È nascosto lì in fondo, in un passaggio segreto, il mistero pulsante di questa storia. Perché se i libri ci educano, le forchette ci imboccano e i letti ci abbracciano… anche una Reggia può avere un cuore.

Marino Neri - Piccoli visitatori notturni

È la notte della visita al museo. Un momento importante, nella vita dei giovani topi: andare in giro tra statue, antichi dipinti e strumenti musicali è un buon modo per imparare a conoscere meglio quello strano animale chiamato uomo. Ma che noia, i discorsi del vecchio Gran Maestro! Basta un attimo per distrarsi e lasciar correre la fantasia. Nell’ombra delle sale, però, si nascondono sorprese e pericoli… E questa notte, per due piccoli allievi, la lezione si trasformerà in un’avventura da mozzare il fiato!

Vincenzo Filosa - Teoria degli opposti

Guerrieri navigati? Navigatori agguerriti? Divinità aliene? Inevitabile chiedersi chi erano davvero, quando ti trovi al cospetto dei Bronzi. Saranno loro stessi a rivelarsi e a raccontare la loro storia, e quella degli artefatti custoditi negli spazi espositivi, a due increduli ragazzini in gita. Per conoscerla bisogna infrangere la linea temporale e raggiungere i fondali degli abissi, dove le anime vagano intrappolate in cerca della strada di casa. Per tutti i filosofi! Tenetevi forte. Inizia un viaggio per menti ricche di immaginazione.

Vincenzo Filosa - Teoria degli opposti

Guerrieri navigati? Navigatori agguerriti? Divinità aliene? Inevitabile chiedersi chi erano davvero, quando ti trovi al cospetto dei Bronzi. Saranno loro stessi a rivelarsi e a raccontare la loro storia, e quella degli artefatti custoditi negli spazi espositivi, a due increduli ragazzini in gita. Per conoscerla bisogna infrangere la linea temporale e raggiungere i fondali degli abissi, dove le anime vagano intrappolate in cerca della strada di casa. Per tutti i filosofi! Tenetevi forte. Inizia un viaggio per menti ricche di immaginazione.

SQUAZ - Cuore d’Atleta

Questa è la storia di un amore impossibile… oppure no? Lei era proprio bella, con quei lunghi riccioli neri. È venuta a visitare il Museo Archeologico, si è fermata davanti alla sua tomba, lo ha guardato dritto negli occhi prima di andarsene. E lui, il famoso Atleta di Taranto, si è innamorato. Così tanto da svegliarsi dal suo sonno millenario. Ma ora come ritrovare quella ragazza? Per essere uno scheletro, il nostro campione è ancora in gran forma. E poi ha una traccia: nel museo lei ha perso un ciondolo, a forma di teschio e di cuore. Basterà? A volte l’amore fa miracoli…

Sara Colaone - Ramarro nel giardino sospeso

Anno 2036. Fuori c’è una guerra, l’ennesima, col suo carico di violenza e distruzione. A Palazzo Ducale, nel labirinto di stanze e corridoi, gli affreschi e i bassorilievi si animano. Silenziose figure si muovono, animali parlanti bisbigliano: sono i custodi della bellezza, dell’armonia e della conoscenza, da secoli votati a difendere l’essenza più pura del mondo. Stanno aspettando Ramarro, un ragazzo di tredici anni, che deve portare loro un dono pregiato e prezioso. Riuscirà a sfuggire ai soldati e a compiere la sua missione?

Bianca Bagnarelli - Vulcanalia

È bastato un attimo. Si è allontanata da mamma e papà e adesso non li vede più. Dove saranno finiti? La voce dell’audioguida non l’aiuta. Sembra così viva, l’antica città di Pompei, e piena di gente. Le case, le strade, le donne a passeggio, gli schiavi che puliscono i cortili delle ville. E quel ragazzino della sua età che incide disegni sui muri. Sarà un sogno? Lei lo sa, tutto questo non è reale. Eppure con lui si può parlare: è timido e gentile, la porta a vedere i falò dove si celebrano i riti della festa. Lontano, brontola il vulcano…

Roberto Grossi - Hic

Fermatevi semplicemente qui, davanti al monumento simbolo della Città eterna. Vedrete i turisti del presente e i viaggiatori del passato sistemarsi accanto alle rovine, sollevare la testa e liberare lo sguardo alla meraviglia. Ascolterete le urla epiche dei gladiatori e quelle colorite dei centurioni di oggi pronti a una foto ricordo. Da sempre la storia è passata da qui perché, citando Beda il Venerabile, “finché esisterà il Colosseo esisterà Roma, e finché ci sarà Roma esisterà anche il mondo”.

Gud - Gli esploratori dell’Appia perduta

Quanta gente ha camminato sulle pietre dell’antica via Appia! La chiamavano la “regina delle strade”. Ci sono passati imperatori, papi, soldati, mercanti, contadini, viaggiatori per diletto, schiavi e uomini liberi… Con tutto quel viavai, nei secoli, qualcuno avrà pur lasciato un tesoro nascosto da qualche parte! Tre piccoli amici ne sono convinti, e così si mettono in caccia. Lungo il cammino i nostri esploratori troveranno ville, chiese, mosaici. E il tesoro? C’è una vecchia signora, laggiù, che forse ne sa qualcosa…

Federico Rossi - Gli aruspici

Vasi, affreschi, gioielli antichi non dicono niente a Michele. Sono bellissimi, certo, ma sono solo oggetti da un lontano passato. E lui ha tutt’altro per la testa: i dubbi, i pensieri, le paure di un ragazzo innamorato e preoccupato per il suo futuro. Eppure questo museo è un luogo magico, dove un’urna può all’improvviso animarsi e dargli qualche buon consiglio. Perché non interrogare gli aruspici, i sacerdoti etruschi che interpretano la volontà degli dei? Michele avrà il responso che desidera sul suo avvenire. E sarà davvero una sorpresa.

Marco Corona - La visita

Papà avrebbe tanta voglia di uscire, ma Bimbo Tito sta leggendo i suoi fumetti di supereroi, e proprio non ne vuole sapere. Se gli togli il giornalino, si arrabbia e diventa peggio dell’Incredibile Hulk. Che noia le gite al laghetto delle anatre, oppure al mare d’inverno… figuriamoci una visita a un museo! Ma ecco: per convincere il piccolo a mettere il naso fuori di casa ci vuole una bella storia, come quella del malvagio Ferocius. E così Bimbo Tito scoprirà che anche tra le statue greche e romane si nasconde un mondo di avventure e di fantasia.

Eliana Albertini - Cambi di posto

Che avventura, questa notte. Mattia ha portato gli amici a fare un giro nella vecchia centrale idroelettrica, che in tempi ancora più lontani era un santuario dedicato a Ercole. E poi a Villa d’Este, passando per l’ingresso riservato ai signori, per fare un giro sotto le stelle tra statue e giardini, fontane e giochi d’acqua. Che sballo! Mancano solo le ragazze. In compenso, però, c’è qualcun altro: la voce inattesa di una dea del passato, che dal buio sussurra parole misteriose… Lo aveva detto, lo zio Franco, che questi posti sono pieni di segreti!

Fulvio Risuleo - Passatempo

È una bella giornata di sole: proprio l’ideale per visitare gli scavi di Ostia Antica. C’è tanto da vedere, però… lassù in cielo, due giovani nuvolette un po’ annoiate si sono messe in testa di scatenare un temporale estivo coi fiocchi. Che spettacolo! Pioggia a catinelle, e perfino un fulmine sulle colonne delle Terme del Foro. Sembra proprio la vendetta di Zeus. Finché non arriva Mamma Nuvola a rimettere le cose a posto. Torna il sereno, e le nuvolette si prendono una bella sgridata. Ma ne valeva la pena: è stato proprio divertente!

Luca Negri R.S.M. - Naumachia

La Seconda C è in gita al Palazzo della Pilotta. Ma la professoressa sembra scomparsa, il posto appare deserto e dieci compagni di classe si ritrovano soli a vagare tra saloni, portici e giardini. Perché non fare un gioco, allora? Ragazze e ragazzi si immaginano adulti, ciascuno con una nuova identità. Amori, amicizie, rivalità nascono e muoiono in un attimo, finché tutti si ritrovano nel Teatro Farnese, per recitare un intrigo internazionale. C’è una storia, poi dentro un’altra storia, che diventa un’altra storia ancora… Ma in fondo, non è questo che succede nei musei?

Roberta Scomparsa - Salvo delle pietre

Anno 2079. C’è stata una nuova catastrofe a Ercolano: questa volta non per colpa della natura, ma degli uomini, che hanno scatenato una guerra per il controllo delle fonti di energia. Salvo, un bambino, si è rifugiato tra le rovine della città fantasma. Ne ha fatto il suo regno, e vuole starci da solo: non si fida di nessuno, la sua unica compagnia sono le rane e una ricchissima collezione di oggetti. Lui è contento così. Ma l’arrivo di altri due giovani sopravvissuti gli insegnerà a vedere le cose in modo diverso. Non si può vivere senza amici…

Manfredi Ciminale - Sciarada

Che strano quell’incontro lungo il grande fiume. L’esploratore ha ricevuto in dono da un indigeno una misteriosa scatola. Quale sarà il suo contenuto? Per scoprirlo bisogna avere una mente curiosa, saper guardare e tenere le orecchie aperte: gli oggetti provenienti da civiltà antiche e lontane ci parlano. Basta un attimo per essere trascinati in un vortice di avventure e racconti incredibili. È la storia dell’umanità. Siete pronti per questo viaggio? Ascoltate: “Ho incontrato sciamane, cacciatori, divinità, ladri, mercanti e vagamondi…”.

Alessandro Lise e Alberto Talami - Rosa ananas

È proprio vero che la Storia si ripete! In un lontano futuro, il castello di Massimiliano d’Asburgo viene occupato dall’armata spaziale di un altro condottiero: il generale Duino, che sta per essere nominato Imperatore di Marte e delle Tre Venezie. Quale onore! Eppure il generale ha molti dubbi. Una passeggiata nel parco gli fa scoprire tutto un altro mondo, ricchissimo di fiori, piante, frutti esotici. In quel lussureggiante paradiso incontra anche il principe Florizel, che gli racconta una storia… Meglio la carriera militare o diventare un genio della botanica?

Miguel Angel - Vento

Si è alzato il vento. Attraversa terra e mare, soffia forte tra le mura del grande castello. A volte il suo suono è appena un mormorio, altre volte un fischio acuto. Se chiudete gli occhi, se vi mettete in ascolto, vi racconterà cento storie: perché qui nei secoli ha visto schiavi e guerrieri, santi e orfani, ricchi e poveri, uomini che costruivano templi e altri uomini in fuga dal terremoto. Greci, Romani, Aragonesi, Garibaldini… Eserciti e popoli sono passati, ma il vento resta, ritorna sempre e continua a parlare. Chiudete gli occhi. Ascoltate la sua voce.

Giuseppe Palumbo - 16 possibili usi di un mausoleo

Era un monumento funebre per il re? Certo, ma non solo. I grandi blocchi di pietra del Mausoleo di Teodorico sussurrano racconti e leggende. Parlano di un bambino che aveva paura dei fulmini, fu mandato come ostaggio a Bisanzio, poi tornò, diventò un potente sovrano e conquistò l’Italia. Un re ha amici e nemici, sa essere generoso e spietato, ama e tradisce. In questo edificio, ammirato nei secoli da architetti, pittori e poeti, è custodito il suo segreto. Un mistero a metà tra l’umano e il divino, narrato in sedici storie, antiche, future e senza tempo…

Marco Taddei e Simone Angelini - Il tema di Ascanio

Che guaio, povero Ascanio! Nella confusione, tra la folla dei turisti, ha perso di vista compagni di classe e insegnanti. E adesso come riuscirà a fare il tema sulla visita a Castel Sant’Angelo? Per fortuna arriva uno strano tipo, un piccoletto che ridacchia di continuo e si offre di fargli da guida. Ci sarà da fidarsi? Ma sì, quante cose sa questo nuovo amico… e quanti personaggi gli fa incontrare! Cellini, Giordano Bruno, Beatrice Cenci, perfino un papa. Ma la sorpresa più grande Ascanio la troverà alla fine… di una gita davvero indimenticabile!

Andrea Ferraris - Un fuoco nella notte

Una famiglia in cammino, alla ricerca di una nuova vita. Ma c’è un confine da attraversare. Bisogna stare nascosti. Una grotta affacciata sul mare offre un momentaneo rifugio. Un fuoco acceso dona calore e conforto nella notte. Mamadou è solo un ragazzo: non capisce perché il padre è così nervoso e lo sgrida se si attarda a giocare. Eppure, alla luce delle fiamme, strane incisioni appaiono nella roccia e gli parlano di una storia antica: un’altra famiglia è passata di lì, con un ragazzino proprio come lui. Tutto questo è già successo, quarantacinquemila anni fa…

Michele Petrucci - Costanza e Martino

Costanza è una bambina curiosa, intelligente, dal carattere docile. Certo, direte voi, ha tutte le fortune: essere figlia del grande Duca Federico ti rende tutto facile. Ma non è proprio così. Nella vita della piccola duchessa si alternano eventi bellissimi, come la nascita del fratellino, e momenti terribili: un immenso dolore attende Costanza. Al suo fianco però c’è sempre Martino, che in ogni occasione la sostiene, la consiglia e la consola. Solo lei può vederlo e sentirlo: è il suo segreto. Che fortuna avere un amico che ti aiuta a crescere!

Marco Galli - Boom samurai boom

“Che posto è questo? Sono caduta vittima di un incantesimo?”. Adelgonda era in Giappone col marito Enrico e, dopo aver ascoltato un misterioso monaco, si ritrova di colpo sola in un palazzo pieno di statue e armature di samurai che parlano. Per di più si aggira tra le stanze il terribile Dragone Nero, che odia gli stranieri e va in cerca di teste da tagliare. Ma una giovane principessa non si perde mai d’animo, e Adelgonda non è tipo da lasciarsi spaventare facilmente... anzi, dimostra proprio un bel caratterino! Sarà il Dragone a doversi preoccupare?

Alessandro Sanna - Sisaia

La luna è alta nel cielo. Dopo aver camminato a lungo, la sciamana ha deciso di fermarsi e accendere un fuoco. È arrivato il momento di chiamare a raccolta i guerrieri. E loro arrivano, un po’ alla volta, rispondendo al segnale. Si dispongono ordinatamente su due file, le lance in pugno, vicino alle fiamme che brillano nel buio. Sono pronti ad ascoltare la giovane sacerdotessa. Lei ha chiuso gli occhi, ma... un momento! Sta succedendo qualcosa di imprevisto. Siamo sicuri che le cose siano andate proprio così, quella notte di 3.800 anni fa?

Emanuele Rosso - Bassilla

Aimo è un campione nello sport della lotta. Bassilla è una celebre danzatrice, maestra nella pratica del mimo. Entrambi sanno conquistare l’applauso delle folle, ma desiderano qualcosa di più: raggiungere l’arte pura, la perfezione dei gesti e dei movimenti. Ad Aquileia, però, sono tempi difficili. L’imperatore Massimino è alle porte con le sue legioni, la città si prepara all’assedio e alla battaglia. Davvero non esiste altro destino per gli uomini? C’è ancora spazio per chi cerca la bellezza, mentre tutto intorno risuonano le voci della guerra?

Pietro Scarnera - Nel labirinto

Micol cercava solo un rifugio dalla guerra. E invece, sotto le antiche tombe di Chiusi, ha trovato molto di più: c’è tutto un mondo laggiù, un labirinto popolato di enigmi e misteriose presenze senza tempo. Quanti strani incontri! Le Arpie, i Canopi, il signor François che cerca il leggendario tesoro del Re Porsenna... e alla fine la aspetta la Sfinge, bellissima e terribile. Per fortuna Micol è una ragazzina sveglia. E poi ha al suo fianco due nuovi amici: il piccolo etrusco Tius e la scimmietta Ari. Che ne dite, riuscirà a cavarsela?

Lorenzo Mò - La gita intergalattica di Titta & Plyn

Una ricerca di Storia terrestre? Sarà un gioco da ragazzi, pensavano Titta & Plyn. Si parte con l’astronave che viaggia nel tempo, si atterra a Villa della Regina nell’epoca di Maurizio di Savoia o di Vittorio Emanuele II, si prendono un po’ di mobili, quadri e oggetti e poi via, di nuovo a casa, sul lontano pianeta Kalliroe. L’importante è non farsi scoprire, perché gli umani non devono sapere dell’esistenza degli extraterrestri. Sembrava tutto facile, e invece... beh, la gita non è andata proprio secondo i piani! Perché questi due piccoli alieni sono dei gran pasticcioni...

Federico Manzone - Metauros

Tonino non sa proprio come fare. L’anziano custode ne ha visti di tipi strani, ma questi due li battono tutti. Sono entrati nel museo senza pagare il biglietto, dicono di chiamarsi Ermes e Pan e di essere due divinità... vanno in giro per le sale, frugano ovunque e hanno perfino rotto un’anfora. Se lo scopre la direttrice! I due, però, gli raccontano di avere una missione precisa. Devono ritrovare il famoso vaso di Pandora e recuperare qualcosa di molto importante: lo vuole Zeus in persona. Chissà se Tonino saprà aiutare gli antichi dei greci?

Altan - Acqua passata

Narra la leggenda che 700 anni fa, in una notte di tempesta, Elalberto pugnalò la graziosa Arice che rifiutava di cedere alla sua passione... e fu poi ucciso dal nobile Ebengardo, disperato per la perdita della donna amata. Ma c’è qualcosa in questa fosca storia che non convince Miss Ida Frooz, una turista che la sa lunga. Così, quando appare il fantasma di Ebengardo, invece di spaventarsi gli fa un sacco di domande. Per fortuna lui sembra uno spettro gentile, e le fa pure da guida nel castello... finché, in una stanza segreta, la bella Ida troverà un’autentica sorpresa!

Spugna - Quattro chiacchiere

Ogni tanto Pietro si fa prendere da un’ombra di malinconia. Per un tipo come lui è un vero peccato dover restare in vestaglia e pantofole, in disparte, lontano dai suoi fan... Ragazzi, stiamo parlando di un signor Mammut, alto quattro metri, tra i più belli d’Europa! Era un’autentica superstar. E adesso? Certo, quel terremoto è stato un brutto colpo, ma dopo una caduta bisogna sempre rialzarsi e andare avanti: presto i visitatori torneranno a trovarlo. Glielo dice un amico speciale, uno che la sa lunga... e con una telefonata riesce sempre a tirargli su il morale!

Silvia Rocchi - Gli Invincibili

Due agosto dell’anno 216 a.C. Roma e Cartagine, una di fronte all’altra. Il genio militare di Annibale contro i consoli della Repubblica. Una battaglia che sarà ricordata nei secoli. E gli uomini che la combatterono? La Storia ci parla dei condottieri. Ma gli eserciti sono fatti di soldati, spesso giovanissimi, poco più che ragazzi. Di loro si è perso il ricordo. Chi erano? A cosa pensavano nei giorni, nelle ore prima del grande scontro? Da una parte Velio, dall’altra l’Ispanico, con i cuori pieni di speranze, dubbi e paure: anche loro hanno fatto la Storia.

Pablo Cammello - Monaciello

Che ci fa Pulcinella nel presepe, insieme ad angeli, re Magi, Maria, Giuseppe e Gesù Bambino? Non ci crederete, ma è andato a recuperare un pallone calciato con troppa forza da un ragazzino... Che confusione! Oggi va proprio tutto alla rovescia. E c’è un altro fatto strano: il sole non tramonta più. Per fortuna ci pensa il Monaciello a rimettere tutto a posto. Tocca a lui, silenzioso custode, mantenere il delicato equilibrio di questo luogo magico. E così Pulcinella può tornare tra la gente del teatro: qui è casa sua, qui è lui la vera star!

Vitt Moretta - Puzzle

Nelle profondità della grotta è nascosto un tesoro: lo dicono tutti. E così Totò si mette a cercare. Lo accompagna il fedele cane Eco. Ma che fatica andare in giro per cunicoli! Si sale, si scende, si scivola nel buio e nell’umidità, tra pietre, frammenti e ossa di animali. Ci sono anche i pipistrelli, che paura! E poi Eco sembra scomparso. Dove sarà finito? Totò si è cacciato in un bel guaio, ma per fortuna qualcuno arriva a salvarlo. Un ragazzo proprio come lui, figlio di un tempo lontano e dimenticato, che ha un importante messaggio da dargli...

Ratigher - L’eterno galoppo

Erano forti, agili, coraggiosi. Svelti a maneggiare le armi. Una stirpe di combattenti, quei cavalieri Bulgari guidati dal Duca Alzecone, che un giorno arrivarono dal Nord per stabilirsi sugli aspri altipiani del Molise. E così erano i loro cavalli: fedeli compagni, fratelli nel pericolo e nella battaglia. A tal punto da essere sepolti nella stessa tomba. Così li vediamo oggi: chi sarà quel guerriero che giace accanto al suo destriero? Chi dei due fu il vero eroe? Non importa: uniti da un solo destino, uomo e animale galoppano per sempre insieme.

Mara Cerri - Dietro di te

In queste stanze, all’improvviso, il tempo non esiste più. Mentre guardi gli affreschi, i soffitti decorati e i fregi dipinti, dietro di te appaiono volti e storie. Tre donne raccontano: sono qui, adesso, davanti ai tuoi occhi. Isotta, che andò sposa giovanissima al Signore di Rimini. Lucrezia, che amava vagare con lo sguardo tra i colori del suo camerino. Francesca, che si lasciò bruciare dal fuoco della passione. Tre storie d’amore, lontane eppure così vicine. Tre donne del passato che parlano a te, ragazza d’oggi: il tempo del cuore è un eterno presente.

Mariachiara Di Giorgio - Un lungo respiro

Quante avventure può raccontare un Satiro! Ha danzato e si è ubriacato con le Ninfe, poi ha viaggiato, ha fatto naufragio, è rimasto solo per secoli nel buio dei fondali marini. Finché alcuni pescatori non l’hanno riportato a galla. E allora è finito qui, in questo strano “ospedale”, dove storici, tecnici e scienziati si prendono cura di lui e si fanno mille domande. L’antico semidio, non se ne preoccupa troppo. Preferisce chiacchierare con il suo nuovo amico: è solo un ragazzino, ma viene anche lui dal passato. E gli ha promesso una gita notturna per le vie di Roma...

Giacomo Nanni - L’immaginifico Signore

Stampe, disegni, capolavori dell’incisione: in queste immagini sono riprodotte la grandezza e la magnificenza di Roma. I monumenti, le vedute, le scene del passato e quelle della vita di tutti i giorni: un tesoro in miniatura. Un condensato di bellezza e di memorie. Lo sapevano anche certi mercanti inglesi, che stavano per comprarsi la famosa stamperia De Rossi e tutta la sua collezione. C’è voluto l’intervento di un papa, per trattenere quel patrimonio in città. Si chiamava Clemente XII: era anziano e pieno di acciacchi, ma innamorato dell’arte. Questa è la sua storia...