Un volo mozzafiato su Villa d’Este con i Fumetti nei Musei

Un volo mozzafiato nel giardino all’italiana di Villa d’Este a Tivoli che si trasforma rapidamente in un coinvolgente inseguimento aereo, proprio come dentro a un videogame dove però il punto di vista è del tutto speciale, quello degli occhi di due civette, simboli della collana editoriale “Fumetti nei Musei”. Una corsa-rincorsa realizzata attraverso il volo di due droni: la discesa in picchiata sulle peschiere e tra gli zampilli della fontana dell’Organo idraulico, il volo radente alle cento fontane e infine la virata in direzione del Santuario di Ercole Vincitore, uno dei maggiori complessi sacri dell’architettura romana di epoca repubblicana. E qui, in volo tra gli spazi dell’archeologia industriale le cui capriate in ferro sono attribuite a Gustave Eiffel, il volo prosegue nei meandri di una delle prime centrali idroelettriche italiane per poi fare ingresso negli spazi in cui, fino al 10 gennaio 2021, si potrà visitare la mostra “Fumetti nei Musei”.

Nelle sale espositive il ritmo cambia e il volo offre agli spettatori un assaggio del percorso tra le tavole, gli schizzi e i bozzetti dei 51 fumetti ambientati nei principali musei dello Stato italiano e custoditi nel neonato Fondo Fumetti dell’Istituto Centrale per la Grafica di Roma. Un nuovo modo di concepire il virtual tour che, alla fine del percorso, vede le due protagoniste del video innamorarsi e volare via sorvolando ancora la valle che circonda il Santuario. Il video “Fumetti nei musei – Fly over the game” è visibile sul canale YouTube del MiBACT.

Con questo video, ideato dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, i “Fumetti nei Musei” compiono un ulteriore passo avanti: dopo le prime due edizioni della collana e dopo la recente partecipazione alla XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, il progetto punta ora a esplorare nuovi linguaggi come quello dei videogame.

Fumetti nei Musei è un progetto ideato e curato dall’Ufficio stampa e comunicazione del MiBACT realizzato in collaborazione con Coconino Press – Fandango e con il supporto di Ales spa.

Ai sensi del Dpcm 3 novembre 2020 la mostra a Villa d’Este è temporaneamente sospesa.